STATUTO

DELL’ASSOCIAZIONE DEI GENITORI

DEGLI ALUNNI DELL'ISTITUTO GESU-MARIA

 

 

Via Flaminia, 631 - 00191 "Roma

Tel. 3337212/3337217 - Fax 3337209

 

I - Natura, scopi e mezzi

 

Art. 1 L’Associazione dei genitori degli alunni dell'Istituto Gesù Maria è un sodalizio a cui fanno parte tutti i genitori degli alunni dell'Istituto fin dal momento dell’iscrizione dei loro figli alla scuola.

Possono farne parte anche i genitori degli ex alunni e gli stessi ex alunni che abbiano completato gli studi superiori presso l'Istituto Gesù Maria.

 

Art. 2 - Il sodalizio si riconosce nei principi ispiratori del “progetto educativo” dell’Istituto Gesù               Maria, e nel Patto Educativo di Corresponsabilità.

 

Art. 3 - Scopi dell'Associazione - che è apartitica e non persegue fini di lucro - sono:

 

  1. collaborare con la scuola, secondo le modalità del presente statuto, nell’educazione dei propri figli e degli alunni in genere;
  2. promuovere, d’intesa con l’Istituto, iniziative culturali, ricreative e sportive e collaborare alla realizzazione di quelle deliberate dal Consiglio d’Istituto;
  3. assumere iniziative atte a favorire la formazione dei genitori per una più proficua azione educativa con i loro figli;
  4. favorire la conoscenza, tra i propri aderenti delle problematiche della scuola e in particolare della scuola cattolica;
  5. perseguire iniziative di solidarietà con quello spirito evangelico che dovrebbe animare quanti scelgono per i loro figli la scuola cattolica.

 

Art. 4 - Per lo svolgimento delle proprie attività, l’Associazione si avvale di fondi costituiti da:

  1. contributo messo a disposizione dall’Istituto in proporzione agli alunni iscritti;
  2. quote associative fissate per ex alunni e genitori di ex alunni e riscosse dalla segreteria dell'Associazione;
  3. quote di partecipazione ad iniziative organizzate dal Comitato esecutivo;
  4. raccolte di fondi a scopo di beneficenza mediante iniziative varie;
  5. contributi volontari di soci o elargizioni da parte di terzi

 

Art. 5 - L'attività dei membri dei vari organi si intende a titolo gratuito e senza rimborso spese.

 

II - Organi, modalità di nomina, competenze generali

 

Art. 6 Gli organi dell'Associazione sono:

  • ·il Presidente;
  • ·l’Assemblea Generale dei genitori;
  • ·il Consiglio generale dei rappresentanti di classe;
  • ·il Comitato esecutivo;
  • ·il Collegio dei probiviri.

 

Art. 7 - Il Presidente dell’Associazione rappresenta l'Associazione nei rapporti con l’Istituto e con l’esterno; presiede le assemblee generali, le riunioni dei Consigli dei rappresentanti di classe e del Comitato esecutivo; promuove e coordina, secondo gli indirizzi degli organi collegiali, le iniziative tese al perseguimento dei fini sociali ed al migliore funzionamento dell'Associazione.

Viene eletto dal Consiglio generale dei rappresentanti di classe secondo le modalità di cui al regolamento e dura in carica un anno ma è anche immediatamente rieleggibile.

Art. 8 - L’Assemblea generale dei genitori è il massimo organo deliberante dell'Associazione e, come tale, ha competenza sulla determinazione degli indirizzi generali dell’attività associativa; su eventuali modifiche statutarie - le cui proposte peraltro debbono essere opportunamente pubblicizzate, quanto meno in sede di avviso di convocazione - su quanto eventualmente ritenuto opportuno per migliorare l'efficienza della struttura associativa e sull'assunzione di eventuali legami interassociativi con organismi similari.

L’Assemblea generale dei genitori :

-        vaglia ed approva il bilancio consuntivo presentato alla prima assemblea ordinaria del       Comitato   esecutivo uscente;

-        procede nella stessa occasione alla ratifica delle elezioni a rappresentanti di classe;

-        formula le proposte di iniziative di massima da adottare nell'anno;

-        determina gli indirizzi generali di gestione del sodalizio.

Si riunisce, in via ordinaria, almeno una volta l'anno entro 45 giorni dall’inizio dell’anno scolastico e, in via straordinaria, su convocazione del Comitato esecutivo - adottata a maggioranza dei propri membri - o su richiesta - formalizzata al Presidente con la indicazione dei motivi - della maggioranza dei membri del Consiglio generale.

 

Art. 9 - Il Consiglio generale dei rappresentanti di classe costituisce l’organo deliberante ordinario, secondo le direttive di massima fornite dall'Assemblea.

E’ formato da tanti membri (rappresentanti di classe) quante sono le classi di alunni della scuola dell'infanzia, primaria, secondaria inferiore e superiore.

Attende alle elezioni del Presidente dell'Associazione e dei membri dal Comitato esecutivo.

I rappresentanti di classe vengono eletti entro e non oltre il 40° giorno dall'inizio dell'anno scolastico - e comunque prima dell'assemblea generale - dai genitori degli alunni delle singole classi secondo un calendario fissato, di concerto con l'Istituto, dal Comitato esecutivo uscente. In tale elezione verranno eletti due rappresentanti di classe destinati a far parte dei rispettivi Consigli di Classe.

Il rappresentante di classe, eletto a norma di regolamento, costituisce l'unico tramite ufficiale tra i genitori degli alunni della singola classe per la rappresentazione ai vertici dell'Associazione dei problemi di carattere comune.

 

Il primo degli eletti - o in caso di parità di voti il più anziano per iscrizione all'Associazione o in caso di ulteriore parità il più anziano per età - è membro di diritto del Consiglio Generale dei rappresentanti di classe.

 

Art. 10 - Il Comitato esecutivo provvede all’attuazione delle deliberazioni dell’assemblea e del Consiglio generale dei genitori, utilizzando le risorse economiche della associazione sulla cui utilizzazione redige bilancio consuntivo da sottoporre al vaglio e all'approvazione assembleare .

9

I Consiglieri collaborano con il Presidente e lo sostituiscono a tutti gli effetti nel caso di assenza o impedimento. In tali ultimi casi le funzioni vicarie vengono assunte pro-tempore dal Consigliere più anziano (per mandato o in caso di parità per età). A quest’ultimo spetta altresì l'onere di provvedere, in caso di ingiustificati ritardi o inadempienze da parte del Presidente a quanto previsto dalle norme statutarie.

è costituito da:

-        il presidente

-        sette consiglieri che rappresentano i differenti ordini di studio

  • ·uno per la scuola materna scuola
  • ·due per la scuola primaria
  • ·due per la scuola secondaria inferiore
  • ·due per la scuola secondaria superiore di cui uno per il liceo classico e uno per la scientifico

-          un rappresentante dei genitori degli ex alunni che non potrà far parte del Consiglio d’Istituto.

Le cariche di tesoriere e dei due segretari saranno assunte da tre dei cinque consiglieri su menzionati, che si candidano per tali incarichi e che verranno eletti in seno al Comitato esecutivo.

I Segretari, oltre a contribuire all’organizzazione delle varie attività associative - alla quale peraltro, se necessario, anche gli altri membri del Comitato sono tenuti - compilano gli inviti di convocazione per la riunione dei vari organi statutari e curano la stesura dei verbali delle stesse, quando non diversamente previsto.

*      N.B. Solo 5 membri del Comitato Esecutivo, tra i quali è compreso anche il presidente, entrano a far parte del Consiglio d’Istituto. Ogni ordine di studi dovrà avere un solo rapprentante, sarà scelto chi ha ottenuto un maggior numero di voti.

 

Art. 11 - Il Collegio dei probiviri è composto da tre membri effettivi e due supplenti; vengono scelti dall’Assemblea generale dei genitori, su proposta dell’istituto, nel corso della prima riunione annuale tra quanti non rivestano cariche sociali.

I probi viri possono essere anche genitori di ex alunni .

Il Collegio dei probiviri viene convocato dal Presidente nei casi in cui si renda necessario dirimere secondo equità questioni di carattere personale relative alla qualifica di rappresentante o di membro di uno degli organi dell’Associazione.

In particolare esso è investito di autorità per eventuali provvedimenti fino alla decadenza dall'incarico, nei confronti di membri dell’Associazione che siano venuti meno all'obbligo di contribuire al perseguimento delle finalità del sodalizio o, peggio, di aver determinato o concorso a determinare e frapporre ostacoli al raggiungimento delle stesse o aver comunque posto in essere azioni lesive del prestigio dell'Associazione, dell'Istituto e dei rispettivi organi.

 

 

III Disposizioni finali e transitorie

 

 

Art. 12 - Nel caso in cui, per dimissioni o altra causa, si renda necessario reintegrare membri che ricoprono cariche nel seno dell’Associazione si seguiranno le modalità già indicate e, per quanto attiene il Comitato esecutivo, attraverso nuova elezione in seno al Consiglio generale.

 

Art. 13- Tutte le cariche associative hanno durata annuale, cioè fino alla avvenuta elezione delle nuove cariche per l'anno scolastico successivo. I membri degli organi statutari sono tutti rieleggibili, sempre che conservino l’elettorato attivo e passivo.

 

 

Art. 14– Se nell’ambito della autonomia riconosciutagli quale scuola cattolica paritaria, l’Istituto Gesù Maria apportasse modifiche alla struttura attualmente prevista per gli istituenti organi Collegiali della propria scuola è data facoltà al Consiglio Generale dei rappresentanti di classe di apportare allo statuto stesso quelle modifiche che si rendessero necessarie per l’adeguamento dell’Associazione alle suddette variazioni.

 

Art. 15- Il presente Statuto viene assoggettato a ratifica da parte dei soci nella prima assemblea generale dell’anno scolastico 2011-2012.

Le modifiche saranno oggetto di ratifica nella prima assemblea ordinaria o straordinaria, successiva alla delibera del Consiglio.

Vai all'inizio della pagina