SCELTE METODOLOGICHE E STRATEGIE

La scuola dell’infanzia s’impegna a realizzare le finalità educative attraverso le seguenti strategie.
Vuole creare un “clima” che consenta al bambino di percepire l’accettazione e la stima nei suoi confronti, il rispetto e l’amore per quello che è, per come si esprime, si manifesta, comunica. Questo perché egli cresca nella fiducia e nell’immagine positiva di sé.
La scuola dell’infanzia è il luogo dove il bambino intesse le prime relazioni con persone diverse da quelle del suo ambiente familiare. Egli viene guidato ad entrare in un rapporto costruttivo e sereno con gli altri.
Attraverso l’itinerario, che va dalla conoscenza al rispetto all’accettazione fino alla condivisione, sarà aiutato a superare il suo egocentrismo, ad aprirsi alla collaborazione e al servizio fondato sui valori della libertà, della pace, della fratellanza.
Essa si propone di iniziare il suo iter educativo attraverso:
-    la promozione dell’identità
-    l’educazione all’autonomia
-    la cura della competenza

La scuola primaria vuol essere un’esperienza piacevole dove il bambino viva positivamente la scuola; non perda la motivazione ad apprendere; si consideri un elemento significativo del gruppo; si senta “ascoltato” e valorizzato.
La scuola primaria vuole essere un’esperienza coinvolgente dove il bambino sia guidato dall’insegnante a porsi domande, a ricercare, a scoprire, a riflettere e capire i perché, a rielaborare… per avere un ruolo attivo nel processo di apprendimento e sia consapevole del significato di ciò che apprende.
Essa si propone di porre le basi della formazione integrale della persona attraverso:
-    la formazione di una mentalità aperta ai vari tipi di conoscenza
-    lo sviluppo della creatività
-    la prima alfabetizzazione culturale

La scuola secondaria di 1° grado intende offrire, in un clima favorevole e sereno, i presupposti perché ogni alunno possa sviluppare pienamente la sua personalità. S’impegna cioè a renderlo soggetto attivo nel momento dell’apprendimento.
Essa desidera preparare gli alunni in modo serio agli studi superiori; effettua l’accompagnamento personalizzato nelle varie fasi dell’ apprendimento e nella crescita umana che ne consegue.
La scuola secondaria di 1° grado di propone di educare ad un graduale cammino di maturazione attraverso:
-    lo sviluppo delle doti di intelligenza, volontà e sensibilità
-    l’interiorizzazione dell’esperienza culturale
-    l’apertura alla mondialità

La scuola secondaria di 2° grado  si prefigge di far acquisire un metodo scientifico di studio e di lavoro; di favorire e stimolare un cammino di crescita, volto alla formazione integrale della personalità; di educare alla riflessione per acquisire senso critico ed autonomia di giudizio; di formare cittadini consapevoli della propria realtà ed aperti al mondo.
La figura del docente tutor accompagna gli alunni e la classe in tutto il ciclo e favorisce la personalizzazione dell’insegnamento, seguendo con particolare attenzione le dinamiche e le problematiche dello sviluppo e delle relazioni interpersonali.
Essa si propone di orientare gli alunni verso il loro progetto di vita attraverso:
-    un confronto critico dei contenuti culturali
-    la creazione di rapporti interpersonali basati sulla fiducia e il dialogo
l’inserimento dei valori perenni della cultura nel contesto attuale del mondo lavorativo

Vai all'inizio della pagina