PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

PER LA SCUOLA PRIMARIA

(cfr. DPR 235/2007 art. 3)

La scuola “Gesù-Maria”, fedele ai suoi principi ispiratori, mira alla formazione integrale della persona favorendone la crescita umana, culturale e cristiana. S’impegna, attraverso la sua  azione educativa,  a rendere l’alunno consapevole di sè, responsabile, autonomo, solidale verso gli altri e aperto al trascendente.

Tale  formazione si realizza grazie a un patto educativo di corresponsabilità che vede protagonisti l'istituzione scolastica, l’alunno e la famiglia: all’alunno garantisce il ruolo di soggetto responsabile, titolare di diritti e doveri, alla famiglia l’attuazione del progetto educativo e formativo della scuola.

Una fattiva collaborazione fra tutte le componenti scolastiche nel rispetto delle regole e dei ruoli reciproci favorirà il raggiungimento degli obiettivi comuni.

1. Le alunne e gli alunni hanno diritto:

  • Ad avere una formazione culturale qualificata che rispetti e valorizzi, anche attraverso l’attività di orientamento, l’identità di ciascuno e sia aperta alla pluralità delle idee.
  • Ad essere informati in maniera efficace e tempestiva sulle decisioni e sulle norme che regolano la vita della scuola, in particolare a conoscere le scelte relative all’organizzazione, la programmazione didattica, i criteri di valutazione.
  • Ad avere una valutazione trasparente, volta ad attivare un processo di autovalutazione per individuare i propri punti di forza e di debolezza e per migliorare il proprio rendimento.
  • Ad iniziative finalizzate al recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, attraverso l’attivazione di interventi didattici previsti dalla normativa vigente

2. Le alunne e gli alunni sono chiamati a:

  • Rispettare i compagni, il personale della scuola;
  • Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui;
  • Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto;
  • Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
  • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
  • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
  • Sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti.

3. I docenti si impegnano a:

  • Informare le famiglie degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione;
  • Informare gli alunni e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti;
  • Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio;
  • Comunicare ad alunni e genitori con chiarezza i risultati delle verifiche scritte, orali e di laboratorio;
  • Lavorare in modo collegiale, con i colleghi dei consigli di classe e con l’intero corpo docente della scuola nelle riunioni del Collegio dei docenti;
  • Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate.

4. I genitori, consapevoli del loro compito primario nell’educazione, si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta formativa della scuola e a condividerne i principi ispiratori;
  • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
  • Utilizzare il libretto per le giustificazioni di assenze e ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti;
  • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali, secondo le modalità previste;
  • Collaborare con la scuola per una migliore conoscenza della personalità degli alunni;
  • Rispettare le scadenze dei pagamenti;
  • Conoscere e rispettare il regolamento interno (consultabile sul sito della scuola), in particolare riguardo a:

ü  Deleghe a terzi

ü  Rispetto degli orari

ü  Uso e rispetto della divisa

ü  Divieto di fumo nel perimetro della scuola

5. Il Dirigente Scolastico si impegna a:

  • Garantire e favorire, soprattutto attraverso l’azione del Corpo Docente, il dialogo e la collaborazione con i genitori
  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
  • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
  • Garantire e favorire la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;

6. Il personale non docente si impegna a:

  • Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;
  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza;
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;
  • Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (alunni, genitori, docenti).

Roma, ______________                                          

_______________________________                          ________________________________

           (firma del padre)                                                                   (firma della madre)

Dina2010
PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

(cfr. DPR 235/2007 art. 3)

 

La scuola “Gesù-Maria”, fedele ai suoi principi ispiratori, mira alla formazione integrale della persona favorendone la crescita umana, culturale e cristiana. S’impegna, attraverso la sua  azione educativa,  a rendere l’alunno consapevole di sè, responsabile, autonomo, capace di un’organizzazione logica delle sue conoscenze e di una lettura critica della realtà, solidale verso gli altri e aperto al trascendente

Tale  formazione si realizza grazie a un patto educativo di corresponsabilità che vede protagonisti l'istituzione scolastica, lo studente e la famiglia: allo studente garantisce il ruolo di soggetto responsabile, titolare di diritti e doveri, alla famiglia l’attuazione del progetto educativo e formativo della scuola.

Una fattiva collaborazione fra tutte le componenti scolastiche nel rispetto delle regole e dei ruoli reciproci favorirà il raggiungimento degli obiettivi comuni.

 

  1. Le studentesse e gli studenti hanno diritto:
  • Ad avere una formazione culturale qualificata che rispetti e valorizzi, anche attraverso l’attività di orientamento, l’identità di ciascuno e sia aperta alla pluralità delle idee.
  • Ad essere informati in maniera efficace e tempestiva sulle decisioni e sulle norme che regolano la vita della scuola, in particolare a conoscere le scelte relative all’organizzazione, la programmazione didattica, i criteri di valutazione.
  • Ad avere una valutazione trasparente, volta ad attivare un processo di autovalutazione per individuare i propri punti di forza e di debolezza e per migliorare il proprio rendimento.
  • Ad iniziative finalizzate al recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, attraverso l’attivazione di interventi didattici previsti dalla normativa vigente

 

  1. Le studentesse e gli studenti si impegnano a:
  • Conoscere l’Offerta Formativa presentata dagli insegnanti;
  • Rispettare i compagni, il personale della scuola;
  • Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui;
  • Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto;
  • Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
  • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
  • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
  • Favorire la comunicazione scuola/famiglia;
  • Sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti.

 

  1. I docenti si impegnano a:
  • Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione;
  • Informare studenti e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti;
  • Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio;
  • Comunicare a studenti e genitori con chiarezza i risultati delle verifiche scritte, orali e di laboratorio;
  • Lavorare in modo collegiale con i colleghi della stessa disciplina, con i colleghi dei consigli di classe e con l’intero corpo docente della scuola nelle riunioni del Collegio dei docenti;
  • Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate.

 

  1. I genitori, consapevoli del loro compito primario nell’educazione, si impegnano a:
  • Conoscere l’Offerta formativa della scuola e a condividerne i principi ispiratori;
  • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
  • Controllare sul libretto le giustificazioni di assenze e ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti;
  • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali;
  • Collaborare con la scuola per una migliore conoscenza della personalità degli studenti.
  1. Il Dirigente Scolastico si impegna a:
  • Garantire e favorire, soprattutto attraverso l’azione del Corpo Docente, il dialogo e la collaborazione con i genitori
  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
  • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
  • Garantire e favorire la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;
  • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate.
  1. Il personale non docente si impegna a:
  • Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;
  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza;
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;
  • Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti);
Vai all'inizio della pagina